Busta paga dal 1° luglio addio ai contanti

Busta paga – Dal 1° luglio 2018 è vietato il pagamento degli stipendi in contanti. La nuova norma sulle buste paga tracciabili, contenuta nell’ultima legge di bilancio, servirà a combattere forme elusive dei rapporti di lavoro ed a mettere fine alla pratica fraudolenta di alcune aziende che costringevano i lavoratori ad accettare buste paga di importo inferiore a quello ricevuto.

Busta paga pagamento tacciabile per qualsiasi importo

L’obbligo di pagare lo stipendio con un metodo tracciabile è valido sempre, a prescindere dall’importo della retribuzione, infatti anche se questa fosse inferiore al limite fissato per i pagamenti in contanti, il datore di lavoro dal 1° luglio sarà obbligato a pagare il dipendente con bonifico bancario su conto corrente, carta di credito con IBAN oppure assegno bancario.

Il pagamento della busta paga potrà avvenire solo con le seguenti modalità:

  • bonifico su conto corrente con codice IBAN del lavoratore;
  • altri strumenti per i pagamenti elettronici;
  • pagamento in contanti direttamente in banca o alla posta, solo se il datore di lavoro ha aperto un c/c di tesoreria con mandato di pagamento;
  • tramite assegno bancario o circolare; questo potrà essere consegnato direttamente al lavoratore o a un suo delegato. Si potrà delegare solo in caso di effettivo e comprovato impedimento e solo al coniuge, al convivente o altro familiare o affine del lavoratore, comunque con età sopra i sedici anni.

Firma della busta paga e prova del pagamento della retribuzione

La norma oltre a vietare il pagamento della busta paga in contanti, fissa anche un’altro principio, ovvero che la firma del lavoratore sulla busta paga, non costituisce in alcun caso prova dell’avvenuto pagamento della retribuzione.

Le due norme sono correlate, infatti se in prima la firma della busta paga poteva in avere valenza di quietanza ora non vi potranno essere più dubbi. Questo poiché la prova dell’avvenuto pagamento sarà d’ora innanzi esclusivamente la traccia bancaria del pagamento.

Serve un conto corrente?  N26 ti offre conto e MasterCard gratuiti senza canoni e senza commissioni di prelievo

Se ti è piaciuto questo post condividilo sui Social, lascia un commento o iscriviti alla Newsletter per restare aggiornato.
  • 9
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    9
    Shares

Leave a Reply