Stato di allarme in Spagna Canarie e Baleari emergenza COVID-19

Queste sono le misure che limitano per 15 giorni da oggi, la libertà di movimento in stato di allarme. Sarà consentito circolare individualmente nelle strade di uso pubblico soltanto in alcuni casi e l’apertura al pubblico di bar, ristoranti o impianti sportivi è sospesa.

Stato di allarme limitazione della mobilità

Il Consiglio dei ministri ha approvato in data odierna un regio decreto che dichiara lo stato di allarme per la gestione della situazione di crisi sanitaria causata da COVID-19 (coronavirus), le cui misure principali, applicabili in tutta la Spagna isole comprese, limitano la libertà di movimento.

Durante la validità dello stato di allarme (estendibile di quindici giorni), i cittadini possono circolare attraverso percorsi di utilizzo pubblico “singolarmente” per svolgere le seguenti attività:

Acquisizione di alimenti, prodotti farmaceutici e generi di prima necessità, accesso a centri sanitari o entità finanziarie, andare a lavorare e ritorno alla residenza abituale, prendersi cura di anziani, minori, persone a carico, persone con disabilità o persone particolarmente vulnerabili.

Inoltre, la circolazione è consentita a causa di forza maggiore o di una situazione di necessità o qualsiasi altra attività di natura analoga solo se debitamente giustificata.

I veicoli privati ​​possono circolare solo per svolgere le attività consentite. Le autorità possono ordinare la chiusura di strade o tratti di essa per motivi di salute pubblica.

Stato di allarme coronavirus lanzarote

Stato di allarme emergenza COVID-19 autorità competenti

I ministri della difesa, degli interni, dei trasporti e della salute saranno le autorità competenti per l’applicazione di tali misure.

I membri di tutte le forze e gli organi di sicurezza (dello stato, delle comunità autonome e delle corporazioni locali) sono sotto gli ordini diretti del ministero degli interni.

Tutte le autorità, i funzionari e il personale nel campo della salute in tutta la Spagna sono sotto gli ordini diretti del Ministero della Salute.

Le autorità competenti assicureranno che la salute privata e la salute militare possano rafforzare il sistema sanitario nazionale in tutta la Spagna.

Il Ministro della sanità può emettere ordini per garantire la fornitura dei prodotti necessari per la protezione della salute pubblica.

Il ministro della sanità può intervenire e occupare temporaneamente industrie, fabbriche o locali, compresi quelli della sanità privata e dell’industria farmaceutica.

Le autorità competenti adottano le misure necessarie per garantire l’approvvigionamento, la produzione e la distribuzione di alimenti.

È possibile stabilire corridoi sanitari per garantire la fornitura, nonché centri di produzione.

La mobilitazione delle forze e degli organi di sicurezza statali e delle forze armate può essere ordinata per garantire l’approvvigionamento.

Le misure necessarie saranno adottate per garantire la fornitura di elettricità, prodotti petroliferi e gas naturale.

Trasporti pubblici

La fornitura dei servizi di trasporto pubblico è dimezzata.

Chiusura delle attività aperte al pubblico

L’apertura di bar, ristoranti, locali notturni, strutture culturali e ricreative, strutture sportive, parchi di divertimento, auditorium è sospesa al pubblico e sono vietati balli all’aperto, sfilate e feste popolari o manifestazioni folcloristiche in luoghi all’aperto e strade pubbliche.

Coloro che possono aprire

l’accesso a questi esercizi sarà consentito solo se strettamente necessario, evitando la folla e mantenendo le distanze di sicurezza di almeno un metro.

Le categorie di attività commerciali che possono rimanere aperte sono: (cibo, farmacie, distributori di benzina, centri medici, parrucchieri, tintorie, ottici, ortopedia, negozi di alimenti per animali, tecnologia).

Cerimonie ed attività educative

La partecipazione a luoghi di culto, cerimonie civili e religiose, compresi i funerali, non è vietata, ma è subordinata all’evitare l’affollamento e alla garanzia di mantenere una distanza di sicurezza tra le persone di almeno un metro.

A causa dello stato di allarme per l’emergenza coronavirus, tutte le attività educative sono completamente sospese.

Durata dello stato di allarme

Le limitazioni approvate dal governo avranno una durata di quindici giorni (decorrenza dalla mezzanotte del 14 marzo 2020) che possono essere prorogate di altre due settimane con l’approvazione del Congresso dei deputati e potranno avere anche altre eccezioni.

Cosa comporta la violazione di questi obblighi

La violazione degli obblighi decretati comporterà multe da €500 ad € 2.500 ed eventuale condanna penale.

Fonte: diariodelanzarote

Se ti è piaciuto questo post condividilo sui Social, lascia un commento o iscriviti alla Newsletter per restare aggiornato.
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Leave a Reply